IGF Atene '06 - Sessione Plenaria 'Openness'

Internet Governance Forum Atene 2006
Giovedì, 13 Settembre, 2007
Sessione Plenaria 'Openness'
Autori: 
Laura Abba
Carlo Cosmatos

Presentiamo un breve riassunto della sessione plenaria "OPENNESS" del primo IGF Forum di Atene. Il nostro contributo ha lo scopo di far conoscere agli utenti italiani della rete alcune problematiche emerse, che rappresentano la base di partenza per gli impegni dei prossimi IGF.

Il primo (1) tema del Summit di Atene OPENNESS riguarda la libertà in rete in tutte le sue declinazioni, e in particolare la libertà di raccogliere, elaborare, esprimere e comunicare idee, informazioni, oggetti intellettuali e conoscenze di ogni genere. Questa libertà costituisce l'elemento fondamentale che differenzia Internet, e la Società dell'informazione interconnessa emersa negli ultimi anni dello scorso secolo, dai sistemi di telecomunicazione precedenti e dalle modalità sociali ed economiche che essi esprimevano.

Il moderatore ha aperto la sessione sottolineando che molti dei principi di libertà, riconosciuti sia nella dichiarazione del Summit di Ginevra sia dagli impegni presi a Tunisi, sono stati trascurati e costituiscono ancor oggi una sfida, una minaccia tanto seria da determinare una diminuzione dell'attrazione alla rete. Ha poi citato il caso dell'arresto del blogger greco, e del timore delle istituzioni di alcuni paesi nei confronti di Internet, la loro volontà di controllare la rete, censurarla e sottoporre a pressioni gli utenti creatori di contenuti. L’introduzione ai lavori si è conclusa con un elenco di domande sui diritti umani nella rete e sulla libertà di espressione nella rete, che sono servite a stimolare la discussione da parte del pubblico.

«Quali sono gli esempi di rafforzamento dei diritti umani grazie alla Libertà di espressione?»

«Dovrebbero le maggiori corporates usare il loro potere per modificare i termini secondo i quali si opera in certi paesi?»

«Dovrebbero le corporates rifiutare di conformarsi con leggi non allineate con i diritti umani?»

«Dovrebbero gli Internet Service Providers promuovere la libertà di espressione nei paesi ove esistono leggi restrittive?»

«Come si armonizza la pratica del copyright ed i diritti della proprietà intellettuale, con i diritti del consumatore?»

«Quali sono i vincoli accettabili per la Libertà di espressione? Qual'è il quadro delle politiche e regolamentare?»

«Qual'è il dimensionamento della rete compatibile con l’ accesso per tutti?»

Steve Ballinger di Amnesty International ha espresso le sue preoccupazioni, non solo nei confronti dei governi con politiche restrittive ma anche nei confronti di quelle corporates che, in aiuto di certi governi, forniscono a loro informazioni che consentono la persecuzione degli utenti. Incoraggiante è il risultato della campagna contro la repressione delle Libertà di espressione in Internet (http://irrepressible.info), che ha avuto un ampio consenso con 50.000 sostenitori da tutto il mondo.

Catherine Trautmann ha parlato della risoluzione del Parlamento Europeo che è stata presa ad unanimità nel Luglio del 2006, invitando il settore privato a tenere presente che gli utenti devono essere protetti ed invitando gli stati a promuovere la libertà di espressione a livello mondiale. Tutti gli attentati alla libertà di espressione devono essere condannati, mentre il settore privato deve cooperare solo con quei governi che rispettano tali diritti.

Anche se sotto la tematica OPENNESS sono compresi molti argomenti, come la libertà dell'infrastruttura della rete, libertà in termini dei diritti civili, ed il ruolo stesso del Forum nel creare una politica internazionale e un quadro di principi, la discussione si è svolta, con toni non sempre pacati, principalmente sui diritti umani, sulla responsabilità sociale dell'impresa e sulla questione della proprietà intellettuale.

--------------

Dal documento del Comitato consultivo sulla governance di Internet preparato da Vittorio Bertola e Fiorello Cortiana su OPENNESS. (^)

Documenti ufficiali

La trascrizione della sessione plenaria in lingua inglese

Il riassunto dei primi due giorni di lavoro

fonte: Internet Governance Forum di L. Abba e C. N. Cosmatos

Quaderno dell'Internet Italiano "Aspetti Giuridici di Internet"